CertosaToday

Crolla il soffitto nella scuola materna: erano appena finiti lavori durati 6 mesi

I genitori preoccupati. Il Comune: «Sistemeremo». Ma non indica ancora una data precisa

Il luogo messo in sicurezza

Una scuola chiude per quasi sei mesi per lavori; appena riapre, crolla un pannello del controsoffitto. Per fortuna è accaduto mentre non c'erano bambini. Ma è accaduto, ed è abbastanza grave. Soprattutto perché, visti i lavori recenti, qualcuno avrebbe potuto accorgersi che c'erano dei rischi. E, magari, evitare di far riaprire la struttura a due settimane dalla fine dell'anno scolastico.

Siamo alla materna di via Appennini 189, quartiere Gallaratese/Molino Dorino. Un edificio del 1968 incluso nel programma di ristrutturazione dell'edilizia scolastica del Comune di Milano per l'anno appena concluso. Il crollo è avvenuto sabato 22 giugno, giornata "campale" in città per il fortissimo temporale che si è abbattuto su Milano fin dalle prime ore del mattino. Un temporale eccezionale, che ha fatto anche esondare il Seveso

Il crollo dei pannelli 

Proprio i quartieri a nord-ovest hanno avuto grossi problemi: le prime segnalazioni hanno infatti riguardato le strade allagate a Quarto Oggiaro e al Gallaratese. Ed è qui che, nella scuola materna di via Appennini, riaperta da appena una settimana dopo i lavori, un pannello del controsoffitto è crollato. Di sabato, per fortuna, quando la scuola è comunque chiusa (i bambini frequentano dal lunedì al venerdì). «E' successo perché la pioggia eccessiva ha "imbevuto" i pannelli», spiegano dal Comune di Milano.

A scuola se ne sono accorti lunedì, alla riapertura dopo il weekend. Il pannello crollato si trova in uno spazio comune, dove tutti si ritrovano a giocare al mattino. Ma è probabile che in realtà i danni siano stati maggiori e abbiano interessato altre parti dell'edificio: i vigili del fuoco hanno dato l'agibilità a una classe su tre per l'ultima settimana (l'anno scolastico è terminato venerdì 28 giugno).

Nella relazione tecnica preliminare ai lavori dei mesi scorsi si legge: «Non sono attualmente presenti controsoffitti». Che vengono invece indicati tra i lavori previsti, insieme ad altri (ad esempio la sostituzione dei pavimenti in linoleum) per migliorare la protezione contro gli incendi e ottenere il relativo certificato. Ciò significa che i controsoffitti sarebbero stati realizzati ex novo durante questi mesi di lavori.

Lavori in estate?

Ma i genitori ora si pongono un'altra domanda: riuscirà Palazzo Marino a rimettere tutto a posto entro settembre, quando inizierà il nuovo anno scolastico? Dall'assessorato all'educazione confermano l'intenzione di intervenire. Ma per il momento preferiscono non indicare una data. «La scuola non è un centro estivo, quindi a luglio rimarrà chiusa», precisano. Da un lato, quindi, nessun bambino ora rischierà alcunché. E, dall'altro, il Comune ha più tempo per realizzare i lavori di ripristino dei controsoffitti.

Mamme e papà sperano. Per diversi mesi i loro figli hanno sopportato sacrifici necessari per i lavori: trasferiti n altre scuole del quartiere, hanno fatto i conti con spazi insufficienti o non completamente adatti a bambini di quell'età. E ora i genitori si augurano che, a settembre, tutto sarà stato sistemato. Non vorrebbero iniziare il nuovo anno scolastico con aule ancora inagibili.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sulla Ovest: motociclista tamponato finisce oltre il guard rail e viene travolto, morto

  • Milanese "razzista" e "salviniana" non affitta ai "meridionali": l'audio diventa virale

  • Milano, militare pugnalato alla gola in Stazione Centrale da un passante che urla "Allah akbar"

  • Milano, tenta di incassare il gratta e vinci rubato: beccato, in casa ne aveva altri 600

  • Milano, fumo nero e puzza di bruciato da Spontini in via Marghera: arrivano i pompieri

  • Folle colpo al centro commerciale: i rapinatori 'speronano' i carabinieri e c'è una sparatoria

Torna su
MilanoToday è in caricamento