CertosaToday

Un nuovo grattacielo in via Cenisio per gli uffici del Comune di Milano

L'idea di costruire l'edificio in un'area già comunale, abbandonando definitivamente via Pirelli

Via Pirelli 39, il vecchio edificio degli uffici tecnici

Il Comune di Milano potrebbe riuscire a "liberarsi" del palazzo di via Pirelli 39, già sede degli uffici tecnici urbanistici, mettendolo all'asta. Ci aveva già provato proponendo permute tramite bando, durante la giunta di Giuliano Pisapia, ma senza particolare successo. Era infatti pervenuta soltanto una offerta, da parte di Hines, ma giudicata irricevibile dall'allora assessore all'urbanistica Lucia De Cesaris.

Poi, nel 2014, l'accordo con Bnp Paribas: con durata triennale, ma rinnovabile, la società bancaria ha offerto un fabbricato in via Bernina dove trasferire gli uffici tecnici; il Comune avrebbe iniziato la ristrutturazione, con bonifica dell'amianto. Invece ha coperto l'edificio con alcune impalcature per ricavarne pubblicità; nel 2018 ha programmato un intervento sul ponte di via Melchiorre Gioia, ma un incidente stradale che ha abbattuto le barriere temporanee ha fatto pensare di rimandare anche questi lavori.

L'obiettivo di Palazzo Marino sarebbe quello di fissare una base d'asta di 80 milioni di euro. Ma non solo: il Comune di Milano pensa anche al futuro degli uffici tecnici, e ha già individuato un'area (40 mila metri quadrati in via Cenisio, di proprietà comunale) per edificare un grattacielo che raggruppi vari assessorati, in modo da ottimizzare i costi di gestione. 

Insieme agli uffici urbanistici potrebbero finire nel nuovo grattacielo di via Cenisio anche quelli delle politiche sociali e quelli del bilancio. La strada pare tracciata anche se i lavori non dovrebbero iniziare prima del 2021, ovvero con la prossima giunta comunale.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (2)

  • Ma basta con sto refrain delle periferie... le periferie si dimenticano da sole... ora non è che ogni cosa che deve essere costruita debba essere osteggiata perchè le periferie fanno pietà... fanno pietà proprio perchè sono periferie e vissute in quanto tali. Poi che intelligenza... i soldi del comune sono soldi nostri... un grattacielo in gioia o in cenisio ha ben altro valore che a Villapizzone, vendi gioia a 180, costruisci con 100 ma a Cenisio tra 10 anni ne vale il doppio... valutate voi il guadagno. Eh ma le periferie.......

  • Prima dei grattacieli ci sarebbero da sistemare le periferie dimenticate, di monumenti all'inutilità e cemento Milano ne ha già troppi

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Parabiago, ragazzino di 15 anni muore sotto un treno: forse un "gioco" sui binari finito male

  • Cronaca

    Milano, presa la "banda dei fantasmi": furti e rapine con l'ipnosi e il Tocomocho, 22 arresti

  • Cronaca

    Binasco, riaperta dopo 3 anni la rotatoria all'uscita dell'A7: finita l'odissea

  • Cronaca

    Arrampicate e selfie sui grattacieli: due ragazzi indagati

I più letti della settimana

  • Ecco l'inverno: con il grande freddo arriva la neve in Lombardia, fiocchi anche a Milano

  • Ragazzini rubano droga ai pusher: sequestrati nel box e costretti a giocare alla roulette russa

  • Milano, apre il nuovo Starbucks in centro: locale già pieno, c'è anche il Frappuccino

  • Milano, rapina in farmacia, inseguimento e spari: arrestati una 18enne e un 19enne

  • Metro rossa bloccata tra Qt8 e San Leonardo: brusca frenata, 14 feriti, coinvolti 2 bambini

  • Milano, violenza sessuale sul bus: ragazzina aggredita e molestata a bordo in pieno giorno

Torna su
MilanoToday è in caricamento