CertosaToday

Porte cinesi in Sarpi: la zona 1 dice sì, ma "smontabili"

Primo passo verso le porte "del drago", contestatissime da alcuni residenti e dai partiti di centrodestra

Arco cinese a Londra (culturaeculture.it)

Un primo passo verso le "porte del drago" in via Paolo Sarpi. Il consiglio di zona 1 si è espresso a favore, a patto che siano mobili, cioè da montare e smontare a seconda dell'esigenza e degli eventi. Niente di stabile, dunque. C'è già il progetto, realizzato da alcuni architetti, ora manca proprio il palinsesto di eventi (qui l'inchiesta di MilanoToday).

E il consiglio di zona ha chiesto un impegno a tutte le associazioni (di cittadini e commercianti) per collaborare ad un calendario che sia il più fitto possibile. L'idea è insomma quella di sfruttare al massimo la via pedonale e l'attrattività "naturale" del quartiere, che sicuramente sarà meta turistica durante l'Expo, volenti o nolenti coloro che insistono nel sottolineare che l'80% dei residenti (all'anagrafe) è italiano. Come Nicolò Mardegan (Ncd), che definisce razzista l'idea dei portali cinesi.

Potrebbe interessarti

  • Schiamazzi e lite furibonda all'una di notte in strada

  • Perchè è importante cambiare le lenzuola del letto

  • Piante grasse in casa: ecco perchè fano bene alla salute

  • Disattivare le utenze: ecco come fare

I più letti della settimana

  • Sabato di maltempo a Milano: allerta meteo arancione della protezione civile per temporali

  • La Gomorra africana a due passi da Milano: spaccio, armi e sparatorie fra le gang rivali

  • Milano, polizia locale in lutto: morta Stefania, vigilessa di 40 anni della centrale operativa

  • Milano, nubifragi e grandine: il Seveso esonda due volte, strade e sottopassi allagati in città

  • Morto il musicista milanese 'Marione': fu il chitarrista di Battiato

  • Due scioperi in tre giorni, stop a metro Atm e treni Trenord: il mese infernale dei pendolari

Torna su
MilanoToday è in caricamento