CertosaToday

Via Paolo Sarpi: riqualificazione per 32 mila mq di aree in disuso

Il sindaco Moratti e l'assessore Masseroli hanno presentato il progetto di messa a nuovo di un'area di 32mila mq nella Chinatown milanese. Verranno costruiti parcheggi, biblioteche, spazi espositivi e sedi di associazioni

Partirà a breve la riqualificazione di un'area di circa 32mila mq in una zona centrale di Milano, situata tra la "Chinatown" di via Paolo Sarpi e il Cimitero Monumentale. Uno spazio completamente in disuso, che è stato sede di una centrale dell'Enel e poi, in parte, del centro sociale Bulk, ora di proprietà di Immobiliare Porta Volta.

Il sindaco Letizia Moratti e l'assessore Carlo Masseroli hanno illustrato ieri mattina gli interventi previsti, che coinvolgono tre isolati e saranno diversificati per funzioni. "La nostra intenzione - ha dichiarato Masseroli - è urbanizzare laddove c'erano infrastrutture pubbliche. Quest'area in particolare è in pieno centro e prevede già una serie di servizi in divenire, ad esempio il passaggio del secondo tratto della linea 5 della metropolitana, da Garibaldi a San Siro".

Sarà costruito un albergo con un parcheggio pubblico sotterraneo di 300 posti, davanti a cui troverà posto una piazza pedonale aperta. Inoltre è prevista la realizzazione di circa 200 alloggi, di cui la metà in edilizia convenzionata. Infine, nell'ex "Tram Cavalli", un'area storica dove trovavano riposo i primi tram della città, che erano appunto trainati dagli equini, la costruzione della nuova sede dell'Associazione per il Disegno Industriale (Adi), che ora si trova nella vicina via Bramante in uno spazio inadeguato alle sue attività e al suo patrimonio.

 

 

Aree da riqualificare in via Paolo Sarpi

 

Nella nuova sede, di circa 1500mq, saranno possibili esposizioni permanenti e temporanee, si realizzeranno una biblioteca aperta al pubblico e un centro congressi, troverà inoltre uno spazio adeguato la collezione storica del Premio Compasso d'Oro, che si arricchisce di circa 100 pezzi all'anno e che attualmente ne conta circa 2mila: "uno dei primi progetti, quello della nuova sede dell'Adi, che ho preso a cuore appena sono stata eletta - ha dichiarato la Moratti - e sono felicissima che si realizzi".

La delibera riguardante questa riqualificazione andrà in giunta in autunno, dopodiché potranno incominciare i lavori. Si prevede il 2013 come termine ultimo, anche se si tratta di un intervento molto corposo che prevede l'abbattimento di alcune strutture, la ricostruzione da zero e la creazione degli spazi pubblici ora inesistenti, nonché una delicata bonifica dall'amianto ancora presente in alcune parti di uno degli isolati. E' quindi probabile che i tempi slitteranno.

Con gli oneri di urbanizzazione saranno realizzati alcuni spazi verdi che si ricongiungeranno con il Raggio Verde 8, che nelle intenzioni dovrebbe spingersi fino a piazzale Maciachini e da lì al Parco Nord. Trasversalmente, si potrebbe allungare il verde pubblico fino al futuro parco di CityLife (ex vecchia Fiera) e al Monte Stella, in zona San Siro.

Potrebbe interessarti

  • Perchè è importante cambiare le lenzuola del letto

  • Pulizia della lavastoviglie: tutti i consigli utili

  • Come svegliarsi bene la mattina: 6 consigli pratici

  • Il fascino del glicine e dove acquistarlo a Milano

I più letti della settimana

  • Follia sul bus a Milano, autista picchiato a sangue: la foto denuncia dell'occhio tumefatto

  • E' morto a Milano Enrico Nascimbeni, aveva 59 anni

  • Sciopero dei mezzi a Milano, giovedì stop a metro, tram e bus Atm: gli orari dell'agitazione

  • Meno di 300 euro per andare (e tornare) da Milano a New York: ecco il nuovo volo diretto

  • Ragazzo di ventidue anni sparito da oltre un mese: ritrovato a Milano, dormiva in strada

  • Milano, incendio sulla tangenziale Ovest: camion avvolto e distrutto dalle fiamme

Torna su
MilanoToday è in caricamento