CertosaToday

Smantellata baby gang 'Arancia Meccanica': rapine violente e folli inseguimenti in Porsche

Le indagini dei poliziotti, guidati da Antonio D'Urso, hanno portato alla luce 12 rapine

Una delle rapine

Due elementi caratterizzavano le loro azioni criminali: la spregiudicatezza e la sbadataggine. Erano efferati, sempre violentissimi, ma dietro ai loro passi, ad ogni rapina, lasciavano tracce, impronte e testimoni che alla fine li hanno incastrati. L'operazione 'Arancia Meccanica' - nome ispirato dalla somiglianza tra i colpi  della gang e quelli della banda del film di Stanley Kubrick - degli agenti del Commissariato Quarto Oggiaro si è chiusa martedì mattina, quando i quattro protagonisti sono stati arrestati. Sono tutti minorenni gravitanti nel quartiere alla periferia di Milano, hanno 15, 16 e due 17 anni. Sono italiani ma due di loro sono di origine straniera: Egitto e Albania.

Il leader

Le indagini dei poliziotti, guidati dal dirigente Antonio D'Urso, hanno portato alla luce almeno 12 rapine riconducibili alla baby gang. Episodi avvenuti dalla fine di aprile fino all'inizio di luglio. Ma la banda di ragazzini - molti dei quali già noti in Commissariato perché fin dalla più tenera età erano stati redarguiti più volte per atti di bullismo negli oratori della zona - in molte delle rapine che le vengono imputate avrebbe agito per conto di un quinto soggetto: un cittadino egiziano di 25 anni, arrestato per possesso di droga all'inizio di giugno. Una sorta di leader, non solo ispiratore, ma anche coordinatore e fornitore - delle armi finte - del quartetto.

Video: "Le immagini delle rapine"

video-110

Le 12 rapine

Nei due mesi di indagine i ragazzini hanno avuto il tempo di rapinare tabaccherie, sala scommesse, negozi, passanti e perfino un albergo, il Milan Suite Hotel di via Varesina. Non esitavano a fare uso della violenza. Nei locali irrompevano col volto coperto da un passamontagna - sempre lo stesso - e con armi a salve: due pistole, una carabina di precisione e un fucile a pompa.

In un'occasione una commessa è stata colpita col calcio della pistola sulla testa, la donna ha perso molto sangue ed ha avuto una decina di punti di sutura. Un'altra loro vittima ha riportato la frattura di un dito. Le rapine avvenivano perlopiù nel Municipio 8. Un'altra zona bazzicata dalla gang era l'Arco della pace. Qui rapinavano i passanti: soldi, cellulari e pc. Una volta ad un ragazzo hanno rubato perfino le scarpe: dell'Adidas, da 500 euro, ritrovate in casa di uno degli arrestati. Spesso sceglievano vittime cinesi perché convinti che avessero i telefonini più tecnologici. L'efferatezza dei loro colpi è stata sottolineata anche dal gip nell'ordinanza di custodia cautelare in carcere.

Le intercettazioni

I ragazzini sono stati trasportati al minorile Beccaria ma anche questo - stando ad alcuni stracci delle intercettazioni ambientali della polizia - sembrerebbe non intimorirli particolarmente: "State tranquilli - diceva uno di loro agli altri - che adesso andiamo a fare casino lì al Beccaria".

La Porsche Cayenne

La loro spavalderia era cosa nota agli agenti. Durante un controllo stradale, uno di loro a bordo di un'auto presa a noleggio con documenti falsi, non aveva esitato a fare retromarcia a velocità per scontrarsi con la volante. Tutto questo mentre nel portabagagli c'era uno dei suoi complici, miracolosamente illeso ma che ha rischiato grosso. In un'altra occasione la gang aveva rubato una Porsche Cayenne ad un italiano al solo scopo di girovagare per le strade di Quarto Oggiaro a velocità folle e per farsi vedere dagli abitanti del quartiere. Hanno poi abbandonato l'auto - pedinati dalle volanti - lasciando le loro impronte ovunque. Un motivo per il quale il loro capo li aveva aspramente rimproverati, stando alle intercettazioni degli investigatori. In casa dell'egiziano, la polizia ha ritrovato parte della refurtiva della baby gang, tutti provenienti da famiglie disastrate e cresciuti praticamente in simbiosi col 'peggio' che le strade di Milano ha offerto alle loro vite.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Puzza a Milano, odore fortissimo invade la città: boom di segnalazioni. La spiegazione

  • Il pusher gli vende la carta: lui lo scaraventa nel vuoto per ammazzarlo, tradito dal video

  • Milano, bimbo di 5 anni precipita a scuola: soccorritori e prof con le lacrime agli occhi

  • Sciopero generale a Milano, rischio caos per i mezzi: stop di 24 ore a metro, bus Atm e treni

  • Milano, dramma a scuola: bimbo di cinque anni precipita nel vuoto dalle scale, è gravissimo

  • Milano, incidente tra un bus e un'auto in via Giordani: una donna in coma e due bimbi feriti

Torna su
MilanoToday è in caricamento