CertosaToday

Ruba in ospedale per due domeniche di fila: arrestato

L'uomo è stato sorpreso ancora una volta, sempre al Sacco

Il Sacco (Repertorio)

Aveva l'ordine di non avvicinarsi agli ospedali. Una prescrizione di sicurezza dovuta al suo "vizio" di rubare all'interno dei nosocomi cittadini. Eppure è stato nuovamente sorpreso e arrestato: risponderà anche della violazione della prescrizione.

Protagonista un sessantenne che vive non lontano dall'ospedale Sacco, da lui colpito per ben due domeniche di seguito. La prima, domenica 25 novembre, era stato sorpreso dalle forze dell'ordine all'esterno del nosocomio, con un cellulare di un paziente ricoverato in oncologia, ed era scattata la denuncia per ricettazione.

La seconda volta domenica 2 dicembre, verso le quattro di pomeriggio. Questa volta, però, direttamente all'interno del reparto di oncologia, fuori dalla stanza da cui aveva appena trafugato un cellulare ad un altro paziente ricoverato.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Omicidi

    Omicidio a Cusano, uomo va a casa della ex: accoltellato e ucciso dal nuovo compagno

  • Incendi

    Incendio a Cinisello, cerca di spegnere il rogo a casa del vicino dell'amico: morto un uomo

  • San Siro

    Bambino ucciso dal padre in casa: San Siro lo ricorda con una fiaccolata

  • WeekEnd

    Cosa fare a Milano dal 24 al 26 maggio: tutti gli eventi

I più letti della settimana

  • Omicidio a Milano, bimbo di 2 anni ucciso di botte in via Ricciarelli: padre in fuga per ore

  • Alba di sangue a Milano, ragazzo accoltellato al culmine di una rissa fuori dalla discoteca

  • Omicidio a Cusano, uomo va a casa della ex: accoltellato e ucciso dal nuovo compagno

  • Terremoto vicino a Milano, registrata scossa di magnitudo 2.5 a Robecco sul Naviglio

  • Matteo, il ragazzino di sedici anni scomparso da Assago: "Non ho più nessuna notizia di lui"

  • Legnano, donna investita e uccisa da un treno in stazione: circolazione in tilt e ritardi

Torna su
MilanoToday è in caricamento