CertosaToday

Rapinava le donne sole alle fermate degli autobus: arrestato il 'terrore' delle ragazze

L'uomo agiva sempre a bordo della sua bicicletta. E' stato arrestato dai carabinieri. I fatti

Il rapinatore

Girava in bicicletta, si avvicinava alle donne in piedi alle fermate dei bus in zona Portello, e le rapinava. Sempre lo stesso modus operandi: scippi di cellulari e fuga in bici, tranne in uno degli episodi, il 30 agosto, quando ha picchiato con calci e pugni una vittima che ha cercato di fare resistenza. E' stato arrestato dai carabinieri della compagnia Milano Porta Magenta.

A finire nei guai è un marocchino di 28 anni, già noto alla giustizia. L'uomo è stato arrestato il 29 settembre dai militari: lo hanno preso in flagranza, durante uno scippo. Era stato inseguito, perché corrispondeva alle descrizioni di alcune vittime. 

Le indagini successive, secondo quanto riferito dall'Arma, hanno permesso di certificare - perché riconosciuto dalle donne rapinate, per lo più straniere - che dal 20 marzo al giorno dell'arresto, il 28enne aveva commesso sei tra scippi e rapine. Sempre nelle zone tra Mac Mahon e viale Renato Serra. Gli accertamenti proseguono per capire la presenza di altre eventuali vittime del rapinatore seriale.

Potrebbe interessarti

  • Come riconoscere l'allergia al nichel?

  • Buono, fresco, colorato: ecco dove mangiare dell'ottimo poke a Milano

  • Come pulire le porte di casa

  • Come difendersi dai ladri in casa in estate

I più letti della settimana

  • Trovato morto Stefano Marinoni, il 22enne di Baranzate scomparso dal 4 luglio: la tragedia

  • Paura per il ciclista 16enne Lorenzo Gobbo: infilzato da un legno, polmone perforato. Foto

  • Milano, una notte di fuoco in via Palmanova: furioso incendio nel centro commerciale. Foto

  • Sciopero nazionale dei trasporti in arrivo: a Milano a rischio metro, bus, tram, treni e taxi

  • Incidente in corso Genova Milano: ferite due ragazze di 18 e 19 anni, tram deviati in centro

  • Omicidio a Sesto: uomo in carrozzina uccide la moglie con il poggiapiedi della sedia a rotelle

Torna su
MilanoToday è in caricamento