CertosaToday

Riscaldamento rotto a scuola, bambini smistati in altri istituti dopo una settimana al freddo

La soluzione del Comune: altri cinque istituti pronti ad accogliere gli alunni, ma due sono in altri quartieri. Il Municipio: "Vicini alle famiglie, chiediamo maggior programmazione"

Una delle stufette per ovviare al riscaldamento rotto

Bambini al freddo in una scuola d'infanzia da più di una settimana. Prima "accorpati" a quelli di un asilo nido attiguo, ora costretti al trasferimento in altri istituti (non sempre vicinissimi) per un tempo indefinito, in attesa che terminino i lavori. Quasi certamente, però, dalle informazioni raccolte, non prima del "giro di boa" del 15 aprile, quando i riscaldamenti verranno comunque spenti.

Succede alla scuola di via Varesina 6, zona piazzale Accursio. Una scuola, peraltro, particolarmente grande: il problema riguarda infatti qualcosa come 270 bambine e bambini. La settimana scorsa, una delle due ale dell'edificio è rimasta completamente al freddo. Così i bambini sono stati accorpati nell'unica ala con i caloriferi in funzione almeno al mattino, mentre il Comune di Milano ha fornito la scuola di alcune stufette per riscaldare le aule fredde nel pomeriggio, con il sole "favorevole".

Lunedì 4 marzo, all'entrata, i genitori si sono subito accorti che la situazione era peggiorata: l'intera scuola era gelida. Il riscaldamento non funzionava più nemmeno nell'ala finora "salva". Così, durante la giornata, la dirigente della scuola d'infanzia ha fatto spostare tutti gli alunni nel vicino asilo nido. La stessa soluzione è stata adottata per la mattinata di martedì 5 marzo, mentre per il pomeriggio gli alunni sono stati riportati nella loro scuola sempre cercando di sfruttare i raggi del sole. 

Riscaldamento rotto a scuola, alunni smistati

Una soluzione che non poteva, però, durare: anche perché i ritmi dei bambini del nido sono ben diversi, ad esempio hanno bisogno di maggior riposo pomeridiano. E infatti martedì pomeriggio, all'uscita da scuola, i genitori hanno trovato affissa alle porte la comunicazione che, da mercoledì 6, i loro figli saranno "smistati" in altre scuole d'infanzia: via Satta 19, via Mac Mahon 100, via Val Lagarina 26, via Castellino da Castello 5 e via Magreglio 3. 

Alcune di queste sono particolarmente lontane: via Val Lagarina si trova a Vialba, via Satta a Quarto Oggiaro. Indispensabile, in questo caso, per i genitori un mezzo di trasporto per portare i figli nelle sedi provvisorie. «Non ci è stato spiegato quello che succederà ora», racconta a MilanoToday Marzia P., una mamma della scuola: «Sappiamo però che da tanti anni i tecnici che venivano a riparare il riscaldamento scrivevano, nella loro relazione, che alcune parti sarebbero state in realtà da cambiare. Per tanto tempo evidentemente sono state messe delle "toppe" al problema senza risolverlo. In tutto questo, le maestre hanno fatto veramente il massimo, cercando sempre di tutelare i bambini».

Un mese e mezzo di lavori

«Come Municipio ci poniamo al servizio delle famiglie affinché il disagio sia ridotto al minimo», spiega a MilanoToday Giulia Pelucchi, assessora all'educazione e all'edilizia scolastica del Municipio 8: «Vogliamo che le scuole siano sicure e da tempo chiediamo una maggiore programmazione negli interventi, spesso impossibile a causa delle lunghe procedure, affinché non si lavori sempre in emergenza».

E' probabile che in via Varesina inizino immediatamente i lavori per sistemare il riscaldamento. Qualcuno dice che ci vorrà circa un mese e mezzo. Nella speranza che si tratti dei lavori che servono davvero e non di altre "toppe" per rimandare la soluzione al problema.

Potrebbe interessarti

  • A Milano gli rubano la bici con cui sta viaggiando per il mondo, l'appello: "Aiutatemi"

  • Intolleranza al lattosio: come riconoscerla

  • Prova costume e pancia piatta: l’insormontabile sfida di ogni estate

  • Come avere i finanziamenti per riqualificare energeticamente la casa a Milano

I più letti della settimana

  • Parrucchiere dei vip aggredito e rapinato in Corso Como: polemica per il post sui social, Chef Rubio lo attacca

  • Milano, donna accoltellata in pieno centro: fendenti alla gola con una bottiglia, è grave

  • È morta Nadia Toffa, addio alla conduttrice de "Le Iene" che lottava contro il cancro

  • Appena arrivato a Malpensa inizia a tremare: muore 28enne 'mulo' del narcotraffico

  • Milano, dramma davanti al Tribunale: donna precipita e muore mentre pulisce i vetri. Foto

  • Morto il fumettista milanese AkaB, Gabriele Di Benedetto: aveva solo 43 anni

Torna su
MilanoToday è in caricamento