CertosaToday

Latitante tradito dal figlio piccolo, era in un campo nomadi: arrestata anche la moglie

L'uomo si nascondeva in una botola nascosta nel soffitto all'interno di una mansarda: il fatto

L'uomo si nascondeva lì

Marito e moglie sono stati arrestati dopo giorni di latitanza dagli agenti del Commissariato Quarto Oggiaro a Milano. Erano ricercati da alcuni giorni dopo una condanna definitiva a sei anni di carcere per alterazione di stato civile di neonato mediante la sua sostituzione. Che tradotto - secondo quanto ha spiegato Antonio D'Urso, vice questore del commissariato - significa che al momento della presentazione dei documenti volevano spacciare per genitori del minore qualcun altro e non che volessero rapire un bambino.

L'uomo, Mirco Hudorovich, cittadino serbo di 52 anni è stato arrestato mercoledì 15 novembre durante il blitz della polizia di stato nel campo rom di via Monte Bisbino. Ha numerosi precedenti ed è stato incastrato dagli uomini della 'Catturandi' del Commissariato che nei giorni precedenti si erano finti addetti della ditta del gas e avevano controllato l'abitazione della figlia di Hudorovich, ai domiciliari per altri reati. In casa con la donna vive anche il fratellino piccolo che ha raccontato agli agenti sotto copertura che il padre viveva in una casa rosa di fronte all'autostrada e all'Albero della vita. Una descrizione che li ha portati dritti dritti alle abitazioni nelle adiacenze del campo.

Durante il blitz al campo nomadi, gli agenti del Commissariato hanno scoperto una botola nascosta nel soffitto all'interno di una mansarda. Qui hanno individuato il ricercato.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Giovedì 9 novembre invece era stata arrestata la moglie, un'italiana di 48 anni, Simona De Martino. La donna si nascondeva in una cascina nelle campagne di Trecate (No). Per rintracciare la donna i poliziotti, travisati da controllori dei treni, hanno pedinato un cittadino egiziano con precedenti. Lo straniero 'accudiva' la latitante e dalla stazione di Milano Certosa la raggiungeva in treno. All'uomo è stato contestata la procurata inosservanza della pena ad un condannato in modo definitivo. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, passante insegue un rapinatore in metro e con un pugno lo riduce in coma

  • Incidente a Milano, scontro tra monopattino e auto: cade e sfonda il parabrezza, uomo in coma

  • Milano, paura sul tram: minaccia i passeggeri con un coltello, aveva anche cinque forbici

  • Milano, esplosione in piazzale Libia: è uno chef de rang il 30enne intubato al Niguarda

  • Milano, esplosione in un palazzo di piazzale Libia: crolli nelle case e feriti. Grave un 30enne

  • Follia sul bus Atm, "sgridato" per la bici a bordo: sfonda il vetro e aggredisce l'autista

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MilanoToday è in caricamento